Angiomi

Angiomi del fegato

L’angioma è certamente il più comune tumore benigno del fegato. Con l’impiego, molto diffuso e per i più svariati motivi, dell’ecografia addominale gli angiomi sono stati riconosciuti, negli anni più recenti, sempre più spesso. L’angioma del fegato non si trasforma mai in un tumore maligno e, se non diventa troppo grande, non deve mai essere operato, né curato con altre tecniche o farmaci, ma semplicemente controllato nel tempo (con l’ecografia) per seguirne, al passare degli anni, l’eventuale crescita.
La diagnosi, nella maggior parte dei casi, è ecografica. In certe situazioni, quando l’immagine non è del tutto caratteristica, può essere necessario un approfondimento con la TAC o con la RMN.
Nel caso di angiomi molto voluminosi, o che per la localizzazione provochino sintomi dovuti alla compressione di altri organi, può essere considerata la terapia chirurgica, rappresentata dall’enucleazione dell’angioma o dalla resezione epatica.

Dr. Salvatore Ricca Rosellini
U.O. di Gastroenterologia ed endoscopia digestiva - Forlì (FC)


Share: