Alcolemia

Concentrazione di alcol etilico nel sangue. L’alcol è assorbito soprattutto nel duodeno e nel digiuno, in misura minore nello stomaco e nel grosso intestino; passa poi nel sangue ed è eliminato da polmoni, reni e cute, o trasformato in anidride carbonica e acqua. Alcuni fattori, come la concentrazione di alcol nella bevanda, il tipo di bevanda, la modalità di assunzione (durante i pasti, a digiuno ecc.), influenzano la velocità di assorbimento. Si considera non nociva un’alcolemia di circa 0,5 g/L; a valori superiori, alcuni processi psichici sono alterati. Al di sopra di 2 g/L si verifica l’intossicazione alcolica; a valori di 4-5 g/L si ha perdita di coscienza, a 6-8 g/L insorgono conseguenze letali (paralisi respiratoria).


Albumina

Proteina plasmatica prodotta dal fegato.


Alfa-1-antitripsina

Proteina normalmente presente nel siero, dotata di notevole attività antitriptica, capace cioè di inibire gli enzimi proteolitici di origine batterica e di origine endogena, come la collagenasi e l’elastasi.


ALT e AST

ALT
Alanina aminotransferasi o GPT, è un enzima che si trova nelle cellule del fegato e in minor quantità nelle cellule muscolari. Valori elevati si riscontrano in quasi tutte le epatopatie e i valori aumentano in proporzione alla gravità della patologia. È più specifico rispetto all’AST. È indicativa di danno epatocellulare.

AST
Aspartato aminotransferasi o GOT, è un enzima che si trova nelle cellule del fegato e in minor quantità nelle cellule muscolari, cuore, cervello, rene. Valori elevati si riscontrano in quasi tutte le epatopatie e i valori aumentano in proporzione alla gravità della patologia. È indicativa di danno epatocellulare.


Bilirubina

La bilirubina deriva dalla degradazione dell’emoglobina presente nei globuli rossi. Si trova nel sangue in forma libera legata all’albumina (bilirubina indiretta), oppure è trasformata dalle cellule del fegato in bilirubina diretta, coniugata. La bilirubina è eliminata dall’organismo con la bile, con le feci e in parte con le urine. È indicativa di colestasi, difficoltà nella coniugazione o ostruzione biliare.


Share: